Serafino Di Loreto, Piero Calabrò e Piero Lorusso: l’armata Brancaleone di SDL Centrostudi

da | 2 Apr 2022 | Il caso SDL Centrostudi SPA, IN EVIDENZA, INCHIESTE | 8 commenti

Il caso avvocato Piero Lorusso dentro il caso SDL Centrostudi.

Cito subito le parole del Giudice per le indagini preliminari Dott. Paola Di Nicola del Tribunale di Roma nell’ordinanza …, dell’anno 2016 – a pagina 2: “… . Al riguardo è utile esaminare l’allegato 8 dei documenti depositati … da cui emerge che Lorusso tra i 2014 e 2015 ha denunciato la … 33 volte tanto da determinare l’apertura di altrettanti fascicoli in sede penale per reati che vanno dal falso ai maltrattamenti alla calunnia eccetera quasi tutti archiviati.
Ma ciò che ancor di più deve essere sottolineato è che anche in sede civile, nel solo anno 2015, il Tribunale di Roma vede il Lorusso attore di ben 11 cause contro la … con un profluvio di istanze in ciascuna di esse (vedi allegato 9 …).” …

Il Giudice a pagina 3: “… . Tutto quanto sopra esposto è utile a descrivere la personalità dell’odierno opponente (di Lorusso) che si rivolge all’autorità giudiziaria per “creare problemi” alla … , infatti costretta a difendersi in ogni sede, incurante delle continue decisioni sfavorevoli nei suoi confronti. …”

A pagina 5: “ … . … risulta essere nello stile di Lorusso, questi (Lorusso) non ritiene di accettare le decisioni giudiziali assunte nei suoi confronti cosicché continua a persistere ed insistere con altre denunce nei confronti della …, tenendo così fortemente ed inutilmente impegnato il Tribunale civile e penale di Roma visti gli esiti sopra riportati, tanto da dimostrare il grande squilibrio che lo muove con queste condotte che non possono che definirsi “obiettivamente persecutorie” sotto il profilo giudiziario.”

Traduco dal “legalese” all’italiano, Lorusso quando perde le cause o vengono archiviate le sue denunce, non riconosce l’autorità del Giudice e continua imperterrito abusando della sua posizione di professionista “avvocato” nella sua attività di ri-denunciare e depositare nuovi atti contro tutti i malcapitati che in fiducia hanno firmato la procura per essere rappresentati da questo professionista, dimostrando un alienante sbilanciamento di azioni definite persecutorie verso le malcapitate vittime.

Pagina 5: “… . Tutto quanto sopra emerso in ordine alle condotte dell’avvocato Piero Lorusso si ritiene opportuno segnalarlo al Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma e al Consiglio distrettuale di disciplina, proprio per la grave lesione, ancora oggi in corso, dell’immagine e del ruolo istituzionale dell’avvocatura nelle condotte tenute dal Lorusso e sopra descritte, … .”

Correva anno 2016, siamo nel 2022!

Piero Lorusso. La storia tra la SDL Centrostudi e l’avvocato Piero Lorusso

Abbiamo gli attori, il trio dell’Armata Brancaleone e da qui partiamo con questa triste vicenda che deve ancora concludersi.

Prestiamo attenzione alle date dei documenti. L’attenzione particolare alle date hanno sempre condotto nella ricostruzione fattuale di tutta la vicenda SDL Centrostudi smentendo spesso le sbilanciate pubblicazioni positive dei loro redazionali sparsi in giro nel web.

Nell’ottobre 2015 l’ex magistrato Dott Pierò Calabrò assume la presidenza della SDL Centrostudi – SDL acronico di Serafino Di Loreto – avvocato e fondatore, insieme all’amico Stefano Pigolotti della società bresciana che ha venduto migliaia di perizie in tutta Italia e convinto imprenditori e semplici cittadini, mediante i propri avvocati convenzionati ad azionare migliaia di cause inutili contro le banche che sono infatti finite tutte malissimo.

Tra questi c’è l’avvocato Piero Lorusso, foro di Bari, operativamente inserito nel contesto di Roma.

La caratteristica principale di marketing dell’azienda è lo sfruttamento del crescente odio verso gli istituti bancari con lo specifico fine di piazzare sul mercato le loro perizie fatte in serie per scovare degli illeciti perpetrati dalle banche in difesa dei più deboli, niente di meno!
L’azione di vendita è affidata al sistema del Multilevel Marketing – le promesse provigionali sono eccellenti, quindi l’adesione è altissima; garanzie di servizi legali per i clienti a bassissimo costo solo tramite gli avvocati convenzionati, garantendo agli avvocati un numero elevatissimo di clienti oltre che una vetrina nel sito aziendale e anche qui ci sono caduti in tanti – in più garanzia di assoluto rimborso in caso di soccombenza attiva tramite le coperture assicurative delle polizze Tutela Legale, ROLAND – ITAS Mutua – Lloyd’s che avrebbero dovuto risarcire le spese in caso di soccombenza, ovviamento non lo hanno fatto.

Una miscela esplosiva per raggiungere vette di fatturato da capogiro.

Tra gli avvocati che si convenzionao con Serafino Di Loreto ecco anche Piero Lorusso, vedi sopra, colui che, così definito dal Giudice Dott Paola Di Nicola, ha nel suo stile il modus operandi di mettere in atto azioni “obiettivamnete persecutorie” sotto il profilo giudiziario.
Scelta interessante da parte di Serafino Di Loreto.

Piero Lorusso si convenziona con la SDL Centrostudi già nell’anno 2014, quindi in piena attività di Serafino Di Loreto per la sua SDL di cui è il fondatore, ma è nell’anno 2016, alla presidenza dell’ex magistrato Pierò Calabrò che la sua convenzione produce effetti significativi in termini pubblicistici, in quanto compaiono interessanti articoli sul sito della società SDL Centrostudi a sigillare il sodalizio tra le due realtà.

Simpatica, ancora una volta, la questione che tutti questi articoli hanno come allegato delle sentenze, cancellate, artefatte, inventate, spariscono i nomi dei Giudici, gli r.g., i nomi degli avvocati; appare chiaro l’intento doloso di attribuire al professionista ingannevoli vincite contro il sistema bancario.
Esempio: Tribunale di Frosinone – accoglimento opposizione esecuzione immobiliare – l’Avv. Lorusso Piero ci trasmette, per interesse scientifico, l’ordinanza di definizione del giudizio di esecuzione immobiliare dinanzi al Tribunale di Frosinone in cui sono state accolte le ragioni dell’opponente nostro cliente.

Ore che motivo c’è di cancellare se realmente il provvedimento è frutto della preparazione professionale di questa gente, falsa modestia?! Oppure … è falsa, falsa … non sarebbe la prima volta!

Ex presidente Dott Piero Calabrò aveva promesso cambiamento e rinnovazione della SDL Centrostudi, ma non è riuscito a controllare nemmeno le pubblicazioni sul sito dell’azienda che rappresentava.
Invitato nella trasmissione di “Mi manda Rai 3” – Deborah Betti e Piero Calabrò sventola sentenze vittoriose sui Tribunali italiani, ma non vi è traccia sul sito ufficiale.

Promette cambiamenti nelle assicurazioni Roland, ITAS Mutua con Lloyd’s, per i contratti GOLD ma l’effetto apertura sinistro è sempre in ogni caso negativo, un fallimento, ma soprattutto promette rinnovazione delle perizie e tra le fila degli avvocati e infatti nulla cambia.

Alla perizie mette una nuova palette colore e nella selezione degli avvocati, si confermano nomi noti, direi notissimi legati al passato SDL Centrostudi come gli Avv.ti Biagio Riccio, Michele Rondinelli e Giovanni Lauro ora preposti anche come comitato scientifico operativo con precisa funzione di, cito testuale: “ – Stabilisce le linee guida tecnico-giuridiche da osservare nella redazione delle analisi preliminari e delle successive perizie in materia di conti correnti, mutui, leasing e derivati – Analizza la migliore giurisprudenza in materia bancaria monitorando le sentenze dei tribunali e degli organi di legittimità”

In ultimo, per la serie al peggio non vi è limite, viene confermato sodalizio tra SDL Centrostudi e Piero Lorusso; Di Loreto e Calabrò alla guida dell’azienda lo confermano dal 2014, tre le fila degli avvocati fiduciari della società, garantendo a Piero Lorusso una “fornitura completa” di oltre 400 clienti affidati per attivare il contenzioso giudiziale sui vari Tribunali italiani in materia bancaria.

Per chi non crede ai miracoli, consiglio immediata redenzione, perché questo matrimonio è una relazione felicissima, in quanto i vari soggetti coinvolti, hanno dato vita ad un giro d’affari di ben oltre 1 milione di euro realizzato nel giro di pochi anni dal 2014 in avanti, considerate infatti queste semplici operazioni matematiche:

per SDL Centrostudi, clienti 400 per € 2.500,00 netto di perizia e per Piero Lorusso 400 per €2.000,00 netto di avvocato/professore per causa.

Cifre da capogiro, è tuttovero. Non fate quella faccia!
Fate una pausa date un’occhiata al video della trasmissione Mi Manda Rai3 anno 2017

Mi manda Rai TrePuntata del 18/01/2017

Lo storico programma di Rai3, conferma la mission di sempre: dar voce a chi ha subito truffe, soprusi, disagi

SDL Centrostudi – Dott Piero Calabrò

Parola alle vittime di SDL Centrostudi e agli ex collaboratori.

SDL Centrostudi e la convenzione con l’avvocato Piero Lorusso

Tutti ricchi, quindi, ben fatto, e per lo slogan un po’ populista ma abbastanza veritiero in questa vicenda “la ricchezza è in mano a pochi” per il benessere di queste 4 facce di “C… C… – Crozza”, (lui, ricco, può dire parolacce, io povera, no), ci hanno rimesso, centinaia di persone, centinaia di famiglie che non solo si sono impoverite con dolo a causa di perizie formulate su “metodologie matematiche fantasiose” – citazione Dott. Giorgio Bertola, Tribunale di Padova – ma anche vittime di illecite richieste economiche da parte degli avvocati convenzionati con la SDL, situazione amara che sta provocando un vero e proprio eccidio di vittime aggredite da illecite richieste di compensi giudiziari assurdi per attività mai concordata e spesso nemmeno mai fatta.

Tra questi l’avvocato Lorusso con più di 400 posizioni assegnate dalla SDL Centrostudi oltre a tutte le posizioni che si sono aggiunte per effetto propagandistico di ingannevole pubblicità in qualità di “esperti bancari”

Sul punto cito il Dott Giorgio Bertola –  Tribunale di Padova: “è invece fantasiosa deduzione della parte …, che ostinandosi a sostenerlo…, è sintomo di ignoranza inescusabile del dettato normativo e dell’evoluzione della giurisprudenza in subiecta materia che viene citata a sproposito o di dolo processuale nel tentativo di indurre in errore il giudicante sul fatto che una certa sentenza della Suprema Corte abbia detto una cosa che in realtà non ha mai detto.”

Traduco, tanto ricchi, si ricchi, quanto ignoranti e in malafede, traduzione della citazione!

In sintesi cause quindi tutte perse, assicurazioni inesistenti, e oltre al danno la beffa, anche molte famiglie vittime delle persecuzioni malvagie di queste professionisti dell’ipocrisia, che disattendono le pattuizioni dei contratti GOLD relativi ai compensi degli avvocati, sul punto cito il contratto GOLD “compensi di particolare favore” che si trasformano invece in trappole infernali dove le vittime ex clienti tratte in inganno da chi “li doveva difendere dai poteri forti”, vengono brutalmente portati in Tribunale dagli stessi avvocati e in un gioco seriale, malvagio richiedendo compensi EXTRA mai sottoscritti, mai paventati nonostante obbligo di preventivo per legge, per attività relativa a cause che sono state giudicate TOTALMENTE INUTILI frutto di TEORIE FANTASIOSE, realizzate in serie con l’attività del solo “copia ed incolla” del “kit seriale giurisprudenza” scaricabile dal portale SDL Centrostudi, area accesso avvocati.

Vorrei dire chiaro, il mio pensiero una volta per tutte, non è da pagare l’attività giudiziaria messa in atto attraverso pratrocinio e consulenza infedele verso i propri assistiti e sul punto vi do due date con due informazioni a suffragio di questa che è più di una teoria.

La sentenza del Tribunale Ordinario di Padova del Dott Giorgio Bertola n. r.g. 5489/2014 che vi ho citato sopra, e che non è la sola di quel periodo, è stata pubblicata il 10 marzo 2015 OVUNQUE – tra gli avvocati che hanno assistito gli attori c’è l’allora Abogado Di Loreto Serafino, fondatore e proprietario ricordiamolo ancora una volta di SDL, il che significa che SDL Centrostudi e tutti i loro avvocati convenzionati erano perfettamente a conoscenza di una giurisprudenza reale decisamente ostativa sulle loro perizie e le loro cause seriali, ma nessuno mai ha avvisato le centiania di assistiti di queste realtà che ignari e con tante scuse messe a punto dagli avvocati convenzionati SDL si sono ritrovati soccombenti in giudizio. 

Questo però, a mio parere, comporta che tutte le attività svolte nei giudizi dai convenzionati avvocati SDL Centrostudi per i loro assistiti, se inquadrate nelle date relative a questa documentazione, (tutta a disposizione della magistratura) dopo la sentenza del Dott Giorgio Bertola e di tutti gli altri, non deve essere riconosciuta economicamente in quanto inutile perchè legata a patrocinio e consulenza totalmente infedele che deve essere punita secondo il codice penale.

Se questo non bastasse possiamo vedere le scritture private tra SDL Centrostudi e gli avvocati, che ora vengono disconosciute negli atti da questi ultimi, cito a caso oltre all’avvocato Piero Lorusso, anche l’esempio di Rondinelli, che sono tra quelli che hanno applicato il trattamento extra ai loro ex clienti, ma anche dagli avvocati Michele Gallucci, Monica Pagano, e ancora Marchetti Pia, e Badanai, e Portantiolo … e, pensate sia un caso? Io, non credo al caso!

E Serafino Di Loreto e Piero Calabrò dove sono finiti? Chi “difende i più deboli” dalle banche e dagli avvocati della SDL?

Nella lettura della convenzione tra il legale fiduciario e la società SDL Centrostudi evidenzio dei passaggi collegati a questa vicenda, tra i quali:
“È necessario che proprio gli avvocati, che intendono prestare la propria attività professionale a beneficio di SDL Centrostudi Spa si uniformino alle sue direttive e al suo codice deontologico (ndr di SDL) che sono posti a tutela del cliente SDL Centrostudi Spa” ,
(mi vien da aggiungere che fortuna!)

Poi: “… a) alle direttive di SDL Centrostudi Spa che direttamente fornisce al professionista un elaborato tecnico peritale in forza del quale l’avvocato potrà avviare il tentativo di mediazione e/o incardinare un giudizio il cui petitum si contrassegna nel recupero di interessi e di somme che la Banca abbia intrattenuto contra legem; … ;

c) L’avvocato proprio in ragione del fatto che il cliente ha sottoscritto preventivamente il contratto con SDL Centrostudi Spa non potrà pretendere dall’assistito, cui egli viene segnalato, somme maggiori e/o emolumenti diversi da quanto stabilito salvo le spese di notifica e del contributo unificato;

d) infatti, seppure la procura sia stata conferita dal cliente all’avvocato, proprio perché già il detto cliente ha sottoscritto altro contratto con SDL Centrostudi Spa, precedente al conferimento del mandato alle liti, è assolutamente vietato all’avvocato di richiedere ulteriori e/o diverse somme; …”

A questo documento è allegata una tabella denominata “ALLEGATO N.1” contenente proprio le competenze economiche pattuite per iscritto tra gli avvocati e la società SDL, relative alle attività legali come consulenza, mediazione e causa che prendevano inizio solo dopo la consegna diretta e privata da parte di SDL verso lo stesso avvocato mediante gestionale.

Passaggio fondamentale questo che vorrei sottolineare rafforzandolo, sempre a disposizione della magistratura, SDL Centrostudi forniva le perizie pagate dai suoi clienti direttamente, privatamente e unicamente agli avvocati convenzionati con la stessa.

Ancora: SDL Centrostudi rappresenta la società che favorisce il “contract closer” (chiusura del contratto) tra i suoi clienti con gli avvocati tra cui l’avvocato Piero Lorusso, che per altro ha una moltitudine di atti proprio incardinati dopo la Sentenza del Dott Giorgio Bertola, in pratica SDL è una sorta di ufficio commerciale di procacciamento affari per avvocati. Il passaggio avviene a “scatola chiusa” senza alcuna garanzia o tutela per il cliente del contratto SDL – GOLD o SILVER, … in vita mia credo sia la prima volta che vedo tanta mediocrità, bassezza nel comportamento di codesti avvocati verso i loro assistiti , o meglio i loro “bancomat”, perchè così vengono trattati i loro assistiti.

SDL non si preoccupa se il convenzionato avvocato è almeno deontologicamente all’altezza di avere anche solo il titolo di avvocato, no … ti affida così a caso, a finti esperti, finti avvocati, finti professori, finte certificazioni … e quel che è grave è che questo “The Truman Show” è frutto della fantasia proprio di alcuni avvocati. Assurdo!

Tra le belle notizie è che per la maggior parte dei casi delle persone che hanno avuto il coraggio di depositate gli esposti al Consiglio Nazionale Forense di disciplina e di intraprendere cause per la Responsabilità Professionale, “la convenzione fra la società SDL Centro Studi con i propri clienti e quella sottoscritta con i propri avvocati fiduciari (contenente anche una stipulazione a favore del terzo ex art.1411 cod. civ. per quanto riguarda la rinuncia a diversi e maggiori compensi), letti in relazione fra di loro, sono da considerarsi un patto concluso ex art. 2233 cod. civ”.
Tra le fonti, invito a leggere anche i dispositivi dei: Tribunale di Sassari, ordinanza del Giudice Gambardella del 03.07.2020, Tribunale di Trani ordinanza Giudice Milillo del 29.05.2019, r.g. n.1364/2018, Tribunale di Busto Arsizio r.g. n. 1054/2019, Sentenza n. 333/2021, su analoghi contenziosi tra un cliente SDL ed un avvocato indicato dalla stessa Società, ma non sono nemmeno le uniche.

Decine di testimoni ex procacciatori di affari, centinaia di clienti e migliaia di documenti relativi a questa vicenda, tutti potenziali testimoni a disposizione della magistratura e … in capo alla vicenda ben esposta sull’avvocato Lorusso e le istituzioni ci restituiscono il SILENZIO, nonostante il soggetto ricopra e abusi di un ruolo istituzionale all’interno dell’avvocatura italiana sul quale viene gettato continuamente discredito e disonore.

Per la pausa di indignazione, vediamo i video

Fonte programma Le Iene
Titolo “Difendersi da chi dovrebbe difenderti” 
Parte 1 video del 26 novembre 2021 – Parte 2 video del 30 marzo 2022

Piero Lorusso, Serafino Di Loreto, Piero Calabrò chi “difende i più deboli” dagli avvocati della SDL Centrostudi?

Questo post trae origine da una moltitudine di controversie pendenti sia in sede civile che penale che vedono coinvolto l’avvocato Piero Lorusso che da anni sta investendo tutte le Autorità Giudiziarie dalla Procura della Repubblica di Roma, alla Procura della Repubblica di Bari, il Tribunale Civile di Latina, Velletri e di Bari, la Corte di Appello di Roma fino addirittura alla Suprema Corte di Cassazione, in quanto lo stesso pone in essere in maniera seriale atti di persecuzione giudiziaria nei confronti dei suoi ex clienti per il pagamento di parcelle abnormi e mai concordate attraverso un uso distorto ed illegittimo degli strumenti giudiziari e processuali.

La quasi totalità delle controversie gestite da avvocato Piero Lorusso attraverso il contratto GOLD della SDL Centrostudi (e non solo) si sono concluse, (percentuale di insuccesso altissima) con la condanna nei Tribunali del cliente (dovrei dire vittima) non solo al risarcimento delle spese legali alla banca ma anche al rimborso totale delle rate dei mutui rimaste insolute, alcuni Giudici sono arrivati anche ad applicare la sanzione aggiuntiva della lite temeraria ex art. 96 c.p.c. (colpa grave e malafede) per infondatezza della domanda processuale e dei documenti probatori (perizie econometriche) spesso manipolati, incongruenti e palesemente infondati.

Oltre al danno la beffa! Piero Lorusso appassionato al “kit giudiziario copia ed incolla” ha azionato un altro schematico e seriele “modus operandi” contro i suoi ex clienti, emettendo parcelle per attività anche mai svolta, parcelle mai concordate, mai pattuite con preventivi ne scritti ne verbali, disconosce i pagamenti effettuati traendo i Giudici in inganno, un’arroganza senza fine e se le povere vittime (ex suoi clienti) cercano poi di difendersi e far valere un loro diritto, l’avvocato Lorusso li travolge ipetuosamente riversandogli addosso procedimenti civili e penali al fine di portarli allo stremo delle forze psiclogiche e ridurli in povertà visto che per loro difendersi significa dover spendere altri soldi in altri avvocati

Tutto questo solo per … fare tanti soldi alle spalle delle persone, non mi interessa metterci un aggettivo al termine, SDL Centrostudi ci ha insegnato che colpire la massa, porta in ogni caso un beneficio economico elevatissimo.

Un esempio chiaro proprio su l’avvocato Piero Lorusso, se presenta 400 procedimenti per € 30.000 cad uno e ne vince il 50% in tasca gli finiscono € 6milioni di € – un regalo qui e la e il gioco è fatto.

Seguire i soldi. La lezione di Falcone è sempre valida

In ogni caso un fatto è accertato comportamento, reiterato negli anni, supera senza ombra di dubbio il limite della colpa grave e della imperizia dell’avvocato, per sfociare in una serie di reati ben più gravi di cui si è macchiato l’avv. Piero Lorusso il quale ha posto in essere attività “professionali” finalizzate al raggiro non solo dell’utente finale/cliente ma anche di tutto il sistema giudiziario italiano.

E al di là della simpatia o antipatia verso le persone non è l’unico della SDL Centrostudi, ma l’avvocato Lorusso ha una posizione di privilegio in SDL forse per questo l’azienda nulla ha fatto contro questo suo ex convenzionato “esperto in diritto bancario”

Ad oggi, nonostante il continuo discredito gettato da Lorusso su tutta l’avvocatura italiana e le centinaia di esposti presentati al Consiglio Disciplinare Forense di Bari nessun provvedimento è stato preso nonostante l’allarme lanciato già dal 2015 dal Giudice Dott Paola Di Nicola aveva già denunciato l’attività persecutoria che il soggetto mette in atto contro le sue vittime. 

Seguiranno altri aggiornamenti sulle sentenze relative alle condanne in capo all’avvocato Piero Lorusso.

TI TROVI IN UNA SITUAZIONE SIMILE? UNIAMOCI IN GRUPPO, UNITI SI VINCE!